Aghjugna à u vostru librettu di strada

GAEC D'URTOLU

GAEC D'URTOLU - Fromagerie MALLARONI

Furmagliu picurinu casanu - Brocciu AOP - Agnelli lattaricci

Accolta : Pigliendu appuntamentu :
Brocciu et furmagliu da nuvembri à ghjugnu / furmagliu da dicembri à aostu /
spassighjati à cavaddu o à nantu à sumeri nantu à u duminiu.

brocciu passu, buttiru biancu

I tarritorii : Sartinesi Valincu Taravu

I catigurii : L’addevu, a robba purcina, i casgi

I pruduzzioni agriculi : U Brocciu, U casgiu corsu, Agneddu lattaricciu è caprettu

Vallée de l'Ortolo, Route de MOLA
20100 Sartène
  06 14 49 84 77
  gaecdurtolu@gmail.com vmallaroni@yahoo.fr

U Gaec di l’Ortolu hè nanzi à tuttu una storia di beddi scontri. In u 2001, Christophe è Sarah Cerruti studiani à u liceu agriculu di Sartè pà stallà si com’è urtulani è allivatori di vaccini. Suvitani cù intaressu i corsi dati da u so prufissori Jean-Pierre Mallaroni. Quand’elli si ritrovani tutta à trè, setti anni dopu nantu à a splutazioni vicini - Jean-Pierre tralascia l’insignamentu in u 2003 pà divintà addivatori picurinu – i trè agricultori riflettini nantu à l’idea d’un’addunita prufissiunali.

Hè vera chì pinsaiami ch’edda era un piccatu ch’ognunu stia in u so cantu, spiega Christophe, vicini vicini à dui passi. Era più cumpiacenti di travaglià insemi, più custruttivu è sulidariu. E’ dunqua cù me moglia Sarah emi righjuntu a tinuta picurina di Jean-Pierre!”

Oghji, u Gaec conta 400 pecuri chì pascini nantu à i tarri virdighjanti è chieti di a vaddi di l’Ortolu in u locu dettu « Lezza ». Sarah, Christophe è Jean-Pierre ani trovi cusì un beddu equilibriu pà a greghja senza scurdà si di Gabrielle, incaricata di a fabbricazioni di i furmagli. Un avvena luminosu, chjaru, tali una via dritta è tracciata !

2019 : Attellu di furmagliu MALLARONI - Furmagliu di pecure Casgiu Sartinesu affumicatu – Brocciu AOP è passu – Butiru biancu –

Milecchi Hè nanzituttu una storia di famiglia è di belli scontri u GAEC d'Urtolu, stallatu si in a valle di listessu nome nant'à a cumuna di Sartè, in Corsica. Principia a storia in u 1998 incù Jean-Pierre MALLARONI, u fundatore è u capimachja di st'aventura bella. Dopu à un DESS in biologia è qualchì annu inde l'insignamentu, face a scelta di fà u pastore. Si porta cun ellu u so fratellu, Manou. Serà incaricatu u primu di e terre, di e pecure è di a munghjitura, po l'altru ferà u furmagliu per vende. In u 2008, sò raghjunti da Sarah Cerruti, chì stà vicinu à a spluttazione. À Jean-Pierre, l'avia cunnisciutu à u liceu agriculu sett'anni prima. Si ponenu i trè agricultori l'idea di un aggruppamentu, po trovanu a risposta inde u GAEC. Qualchì annu dopu, hè Gabrielle MALLARONI chì raghjunghje st'aventura à l'attellu di furmagliu è, in u 2018, entre inde a spluttazione Vannina MALLARONI, urbanista di mistieru ma passiunata di furmagliu dapoi sempre. Oghje ghjornu, conta u GAEC 400 pecure di razza corsa chì pascenu nant'à e terre verdicante è chete di a valle di l'Urtolu, à u locu dettu « Lezza », in u Pumonte. Pascenu l'annata sana è vene da a spluttazione a maiò parte di a so alimentazione, chì li assicureghja una pruduzzione di latte di alta qualità chì rivela tuttu u rughjone sartinese. U furmagliu di tinuta di latte crudu à l'usgiu Casgiu sartinesu affumicatu, u brocciu frescu, u brocciu passu è in fine di stagione u « butiru biancu » sò fatti inde u rispettu di e stagione è di e tradizione inde e cundizione muderne di trasfurmazione è di travagliu.

‹‹ Ritornu