La carta della qualità

CARTA DELLA QUALITÀ DELLA “STRADA DEI SENSI AUTENTICI” – STRADA DI I SENSI

La finalità del presente regolamento interno è stabilire il quadro delle prestazioni di accoglienza turistica pubblicazione previste per l’adesione all’iniziativa “Strada dei sensi autentici”.
Ogni fornitore di servizi che desidera aderire alla rete “Strada dei sensi autentici” dovrà attenersi alle condizioni del presente regolamento.

 


1) Disposizioni per tutti i fornitori di servizi

  • Le vie di accesso devono essere in buone condizioni.
  • Le zone esterne d’ingresso devono essere pulite e non ingombrate da oggetti superflui.

2) Disposizioni per i produttori agricoli e gli artigiani

  • Per quanto concerne le certificazioni, solo i produttori titolari di marchi ufficiali di qualità e coloro che offrono prodotti certificati potranno aderire alla presente carta.
  • Le altre produzioni agricole, ivi comprese quelle di prodotti con denominazione “AB” (Agriculture Biologique, “Agricoltura biologica”), dovranno essere realizzate sul posto utilizzando materie prime locali.
  • I formaggi dovranno essere realizzati con il latte delle razze locale.
  • I prodotti trasformati, ivi compresi quelli con denominazione “AB” Agriculture Biologique, “Agricoltura Biologica”), dovranno essere realizzati esclusivamente utilizzando materie prime locali.
  • È necessario disporre di uno spazio riservato all’accoglienza del pubblico.
  • La visita di laboratori, stabilimenti o luoghi di produzione sarà possibile solo in periodi precedentemente stabiliti e segnalati tramite gli strumenti di comunicazione della “Strada dei sensi autentici”.
  • Deve essere prevista la presenza di locali di vendita e di uno spazio degustazione aperti ai visitatori della “Strada dei sensi autentici” almeno tre mesi l’anno.
  • In caso di appuntamento lo svolgimento della visita deve essere garantito al cliente.

3) Disposizioni per i pasti in bed and breakfast e agriturismi

  • Le pietanze del menù a prezzo fisso dovranno essere preparate utilizzando  prodotti della fattoria.
  • I prodotti non di propria coltivazione dovranno essere acquistati direttamente presso gli allevatori e agricoltori, con precedenza per quelli locali, nel caso in cui esistano e siano in grado di fornirli.
  • Nel caso in carta e nei menù a prezzo fisso siano proposti prodotti con marchio ufficiale di qualità, potranno essere utilizzati solo prodotti di Corsica certificati (farina di castagne AOP, lonzu, coppa, prisuttu, miele, brocciu e clementine IGP…).
  • Le carni (vitello, agnello e capretto) devono provenire da allevamenti corsi.
  • A tavola viene presentato esclusivamente olio d’oliva di Corsica AOC e AOP.
  • Nelle ricette proposte occorrerà tener conto della stagionalità dei prodotti per quelli freschi.
  • I fornitori devono essere in grado di indicare ai propri clienti l’origine dei prodotti.
  • I fornitori si impegnano a promuovere i produttori del territorio in generale e in particolare i coltivatori aderenti alla “Strada dei sensi autentici”.
  • In caso di mancata fornitura della prestazione prenotata e confermata, il fornitore è tenuto a garantire al cliente un’alternativa equivalente. A questo scopo dovrà disporre dell’elenco dei fornitori accreditati nella rete della “Strada dei sensi autentici”.

4) Disposizioni per i ristoratori

  • Solo i ristoranti con il marchio “GUSTI DI CORSICA” possono aderire alla rete.

5) Disposizioni per gli operatori che offrono servizi di bed & breakfast, alloggio in agriturismo, camping in fattoria, alberghieri

  • Le prime colazioni vanno preparate con prodotti locali (mieli AOP di Corsica, marmellate artigianali), acquistati presso produttori agricoli, preferibilmente della zona.
  • Gli operatori si impegnano a promuovere la “Strada dei sensi autentici” in tutti i mezzi di promozione e comunicazione da loro utilizzati (Internet, opuscoli ecc.). A questo riguardo sarà obbligatoria la presenza nella struttura di uno spazio dedicato alla presentazione dell’iniziativa (poster, raccoglitori, opuscoli ecc.)
  • Gli operatori si impegnano a occuparsi dell’organizzazione di degustazioni e visite delle coltivazioni o di laboratori e stabilimenti per la produzione.
  • Si impegnano inoltre a rispettare una carta attualmente in fase di preparazione.
  • In caso di mancata fornitura della prestazione prenotata e confermata, il fornitore è tenuto a garantire al cliente un’alternativa equivalente. A questo scopo dovrà disporre dell’elenco dei fornitori accreditati nella rete della “Strada dei sensi autentici”.

6) Controllo qualità

  • Tutti i beneficiari si impegnano a autoverificare la loro qualità secondo una griglia di valutazione adattata alla loro attività. Questo controllo sarà oggetto di una verifica da parte dell’ODARC.
  • In parallelo saranno eseguiti regolarmente sopralluoghi nelle strutture, con verifica della qualità, da parte di un organismo di controllo.